Il 3 settembre è stato ricordato solennemente l’anniversario della Dedicazione del Duomo avvenuta nel 1826. Riportiamo in ampia sintesi l’omelia che don Luciano, parroco a S. Donato, ha tenuto per l’occasione. Fedeli carissimi, siamo qui riuniti questa sera per ricordare, celebrare, festeggiare un avvenimento vissuto circa 200 anni fa: ricordiamo il giorno in cui questo luogo, questo edificio è stato dedicato al culto di Dio, è stato consacrato per raccogliere la Comunità cristiana nella lode al Signore. Per questa occasione l’arciprete don Luca, con la scusa che quest’anno ricorre il mio 50° anniversario di sacerdozio, ha invitato me a presiedere e a dire due parole di circostanza.

Padre Dino Rebellato, incurabile Missionario Comboniano

Il 31 maggio 1958 nel Duomo di Milano l’Arcivescovo Montini, che sarebbe diventato poi Paolo VI, consacrò sacerdote con altri giovani anche Dino Rebellato, Missionario Comboniano. Appena pochi giorni più tardi Padre Dino, dopo la sua “Prima Messa” a Cittadella, lasciò definitivamente l’Italia per incominciare quel suo viaggio in Africa che non vuole ancora considerare completato.

salesiano di Cittadella 94 anni di età -75 di professione religiosa - 65 di sacerdozio

Don Pietro nasce a Cittadella (zona Casaretta) l’8 aprile del 1924. In famiglia cresce nella vita di fede che lo porta ad essere disponibile al Signore che lo chiama a donarsi a Lui. Viene ordinato sacerdote nella Basilica di Maria Ausiliatrice a Torino l’1 luglio 1952. Successivamente troviamo don Pietro in varie Case del Piemonte: Lanzo (1952-56 e 1957/58), nuovamente a Torino-Crocetta per conseguire la Licenza in Teologia e l’Equipollenza in Lettere (1956/57), Cuorgné (1958-65), Bra (1965-67). Chiede poi di avvicinarsi ai suoi familiari e passa all’Ispettoria Veneta “San Zeno” di Verona.

Per noi questo viaggio ha significato tanto, in quanto 100 anni fa ci sono stati eventi molto importanti. Siamo arrivati a casa con un bagaglio di esperienze indimenticabili, che ci hanno segnato nel profondo dell’anima. Eravamo partiti da Venezia alle ore 5.55 , abbiamo avuto lo scalo a Madrid proseguendo per Santiago de Compostela. Arrivati, abbiamo visitato l’imponente Cattedrale dedicata a San Giacomo avviata nel 1075. Molti i giovani presenti nella piazza che avevano terminato il loro cammino.

In questo mese di aprile la parrocchia di Pozzetto ha celebrato il sacramento della confermazione e dell’eucarestia per la prima volta secondo il cammino dell’iniziazione cristiana. Trentatré ragazzi si sono presentati alla comunità per farne definitivamente parte e continuare il cammino intrapreso 5 anni fa. Alcuni pensieri di questi ragazzi sono stati riportati per fornire uno spunto di riflessione e regalare un sorriso.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.