. . .Mancherai tanto a tutti noi colleghi e amici del Pronto soccorso.

Ci mancherà il tuo sorriso, la tua forza, la tua sensibilità, il tuo essere sempre disponibile in tutti i momenti delle nostre giornate di lavoro.

Lavorare con te è stato bello, e la carica che sapevi darci era grande come l’allegria che ti accompagnava.

Il turno con te era più corto, e ad ogni difficoltà che incontravamo sapevi trovare una soluzione.

Ah . . . c’è Gianni questa notte!!! Gianni in turno dava sicurezza e garanzia, tutto poteva e doveva filare dritto.

Spesso ti chiamavano a casa e tu in due pedalate anche nel cuore della notte arrivavi subito dando la tua disponibilità.

E poi negli interventi di soccorso dentro e fuori casa o in strada eri un professionista e portavi con umiltà la tua grande esperienza.

Le tue grossi mani forti e callose sapevano condurre con destrezza e capacità l’ambulanza, per poi accarezzare con dolcezza il paziente.

Il tuo sguardo dolce e profondo sapevano infondere serenità e speranza a chi in quel momento aveva bisogno.

E tu … bisognoso di cure in quel letto incrociando i nostri sguardi riuscivi ancora a trasmettere in noi la speranza che saresti tornato a essere dei nostri.

Quanti ricordi in questi anni, quanti momenti passati assieme dentro e fuori l’ospedale, anche durante le nostre feste dove tu cucinavi per tutti noi.

E tra di noi quante chiacchere, quanti momenti di confronto durante i quali parlando della tua famiglia ne uscivi con orgoglio.

Ma adesso che te ne sei andato lasci un vuoto incolmabile tra di noi. Già da tempo noi tutti speravamo che la tua forza di volontà avesse il sopravvento sulla malattia, ma qualcuno di importante lassù ti vuole fra gli Angeli per vegliare e proteggere chi ha bisogno.

Grazie Dio. Grazie di averci fatto conosce Gianni.

Grazie Gianni per quello che ci hai donato.

Gianni quello che ci hai lasciato resterà con noi per sempre.

Ciao Gianni siamo fortunati per averti conosciuto, veglia su di noi e guidaci nel nostro cammino. Ti vogliamo bene!!!

 

I tuoi colleghi e amici del Pronto soccorso


"niente paura"


Cittadella ascolta


24 novembre 2017

Professor Alessandro Albizzati
medico chirurgo, specialista in Neuropsichiatria Infantile
ALESSANDRO ALBIZZATI

Desiderio di morte e desiderio di vita nel mondo giovanile


2 dicembre 2017

Claudio e Paola Reggemi
genitori di Giulio
CLAUDIO PAOLA REGENI

La paura di un'idea


12 gennaio 2018

Dott. Piercamillo Davigo
magistrato, professore della 2ª Sezione Penale presso la Corte suprema di Cassazione
PIERCAMILLO DAVIGO

La giustizia che non teme


Martedì 13 febbraio 2018

Professor Stefano Zamagni
economista, professore ordinario di Economia Politica all'Università di Bologna e di Adjunct Professor of International Political Economy alla Johns Hopkins University, Bologna Center.
STEFANO ZAMAGNI

La globalizzazione tra paure ed opportunità


Mercoledì 18 aprile 2018

S.E. Francesco Montenegro
cardinale e arcivescovo di Agrigento, presidente di Caritas Italiana
FRANCESCO MONTENEGRO

La civiltà del coraggio

Orientamenti pastorali 2016 17 1

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.