07 ottobre 1978, costituzione della nuova parrocchia. 04 aprile 1993 - Palme, si celebra nella nuova chiesa. 2018, 25 anni Ricordiamo con qualche nota di storia un lungo e bel cammino: La vecchia postumia. “Postumia” era chiamata, la zona in cui è sorta la Parrocchia del Pozzetto, in riferimento all’antica strada romana che attraversa tutto il suo territorio.

La Postumia è stata sempre una realtà viva, anche quando apparteneva alla Parrocchia del Duomo di Cittadella.
Primi segni di vita parrocchiale: Negli anni prima dell’ultima grande guerra l’Arciprete Mons. Emilio Basso aveva incoraggiato il sorgere di una scuola di catechismo in v. Postumia di Ponente presso la famiglia Basso. Pure lì trovano accoglienza le riunioni dei gruppi associativi. Tutto diventa più visibile e concreto con la costruzione della Scuola Materna della Postumia all’inizio degli anni ‘60, con Mons.
Aldo Pesavento.
Come insegnanti ci sono le Suore Dorotee che vengono ogni giorno da Cittadella.
Più tardi si forma anche la Comunità stabile delle Suore, preziosa presenza anche nella pastorale per formare comunità. La stessa Scuola viene intitolata a “S. Bertilla Boscardin”, l’umile Suora Dorotea canonizzata in quegli anni da Papa Giovanni XXIII.
Il salone dell’Asilo: prima cappella Il salone della Scuola, direttamente comunicante con la strada serve anche per riunioni comunitarie e per celebrazioni, soprattutto nei giorni festivi. Il cappellano che risiedeva a Borgo Bassano riceve l’incarico di venire ogni Domenica a celebrare la S. Messa per tutto il borgo e di seguire pastoralmente la Postumia, le famiglie, gli ammalati e le varie attività che via via sorgevano. Molti ancora ricordano: don Angelo Zilio, don Luigi Rimano, don Gino Brunello e don Domenico Frison, che poi diventa primo parroco della nuova parrocchia.
Acquisto del terreno per le opere parrocchiali: Mons. Aldo Pesavento provvede ad acquistare il terreno per quello che è un suo grande desiderio: la nascita della nuova parrocchia in Postumia. Siamo nell’anno 1964. – Ricordiamo che la sala maggiore del centro parrocchiale è dedicata a Mons. Pesavento -. Intanto lo spazio del nuovo terreno diventa campo da calcio e fa nascere la prima società sportiva.
Anche attorno a un campo da gioco si forma comunità! 7 ottobre 1978: nasce la nuova Parrocchia del SS. Redentore Finalmente, con decreto datato il 7 ottobre 1978, il Vescovo Mons. Girolamo Bortignon costituisce canonicamente la “Parrocchia del SS. Redentore in Pozzetto di Cittadella”, con territorio smembrato interamente dalla Parrocchia del Duomo di Cittadella. Il titolo della parrocchia veniva dall’antico Oratorio di Ca’ Moro, dedicato appunto al Redentore. Primo Parroco viene nominato Don Domenico Frison, il quale inizia subito a dare vita a tutto quello che compete ad una Parrocchia, con entusiasmo e con quel suo stile caratteristico coinvolgente e passionale. Ci mette tutta la sua anima e il suo impegno di prete con attenzione alle diverse realtà della comunità. Come chiesa provvisoria c’era la sala dell’asilo, che al Sabato e alla Domenica si trasformava in una piccola ma vera chiesa. Lì si comincia a vivere insieme i primi momenti più significativi della vita della comunità: momenti gioiosi e forti come la celebrazione dei sacramenti: il Battesimo, la Prima Comunione, la Cresima, il Matrimonio; momenti tristi come il saluto ai defunti.
Vita pastorale della nuova Parrocchia e la nuova Chiesa L’impegno primario è per la vita pastorale della comunità: la catechesi, l’incontro con le persone, la gioventù. Si organizza la prima sagra che rimane strumento buono per imparare a lavorare assieme.
Un bel gruppo di Scout si trasferisce da Cittadella al Pozzetto.
Si comincia presto a pensare e a parlare della nuova Chiesa e del Centro Comunitario.
E così, dopo la solenne benedizione della prima pietra, iniziano i lavori partendo dalla sala parrocchiale o “aula didattica”.
Il 3 Ottobre 1982 il Vescovo Mons. Bortignon celebra la Cresima di un bel gruppo di ragazzi della Parrocchia proprio nella nuova sala, chiesa provvisoria; sarà provvisoria per ben 10 anni! Difficoltà sorte nell’attuare il primo progetto della chiesa ne hanno rallentato la realizzazione, fino al cambio del parroco don Domenico e l’arrivo del nuovo don Danilo Bovo.
Don Danilo ha avuto il coraggio e la competenza per riprendere i lavori della costruzione della chiesa e per la ripresa di tutte le attività pastorali. Ora nella memoria ci domandiamo: Come continuare il cammino iniziato ed essere fedeli alla missione di annunciare e testimoniare la vita buona del Vangelo, oggi? Celebrazione dei 40 anni della Parrocchia.
Domenica 25 novembre, Festa di Cristo Re, ore 10.30, messa di ringraziamento con tutti i gruppi della parrocchia.
Invitati gli ex parroci e le suore.
Segue assieme un momento conviviale per tutti.
Pubblichiamo la foto dei tre locali dove la comunità di Pozzetto ha celebrato la propria fede, tre tappe del cammino di comunione e partecipazione di tante persone alla vita della comunità cristiana. Quanta emozione nel ricordare, nel vedersi e sentirsi parte di un cammino che ha lasciato segni, non solo nella memoria, ma nella nostra vita. Vogliamo continuare ricordando per chi ha partecipato fin dall’inizio ed anche per chi è arrivato dopo, tutti invitati a inserirsi nel cammino della nostra comunità.
Alla Partenza, nel 1978, al Pozzetto c’erano 1816 persone: oggi, anno 2018, siamo in circa 2800 persone. Siamo cresciuti di circa 1000 persone negli ultimi 10 anni con i nuovi insediamenti abitativi.


"Per un pugno di dollari"


Cittadella ascolta


17 dicembre 201817 dicembre 2018

I sette peccati capitali della ricchezza

cottarelli

PROF. CARLO COTTARELLI, economista


Venerdì 25 gennaio 2019

La responsabilità delle élites

calenda

Dottor Carlo Calenda già  ministro dello sviluppo economico


Venerdì 1 febbraio 2019

Ricchezza e Disuguaglianza

padovan

PROF. PIER CARLO PADOAN già ministro dell’Economia e delle Finanze.


 Lunedì 4 marzo 2019

Da ricchezza che non sazia

bruni

PROF. LUIGINO BRUNI, Professore Ordinario in Economia Politica al Dipartimento di Giurisprudenza, Economia, Politica e Lingue Moderne dell’ Università Lumsa di Roma

Assemblea diocesana 2018 1

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.